Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti


null

Home > Progetti > Progetti comunitari > I AM - International Augmented Med

I AM - International Augmented Med

Il progetto I AM: Realtà aumentata e tecnologie multimediali per il patrimonio e le località turistiche del Mediterraneo

 

IAM_loghi-completo

Il Comune di Alghero guida dal 2012 il progetto di cooperazione internazionale I AM - International Augmented Med, finanziato dal programma 2007-2013 ENPI CBC Mediterranean Sea Basin che coinvolge 13 partner di 7 paesi del Mediterraneo (Italia, Spagna, Giordania, Libano, Palestina, Tunisia, Egitto). Il Progetto si propone di sviluppare un sistema intersettoriale capace di fornire servizi innovativi per la valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturale, in particolare attraverso l’utilizzo della Realtà Aumentata (AR), di tecniche interattive e multimediali, incoraggiando una continua e sostenibile cooperazione tra enti pubblici, università, musei, enti gestori di siti/aree archeologiche e imprese/professionisti nel campo delle nuove tecnologie.

Il Progetto si è concluso: nell'ultimo fine settimana di settembre 2015, ad Alghero, si è tenuto il festival di chiusura. Venerdì 25 settembre la conferenza di apertura alla quale hanno partecipato i rappresentanti dei paesi partners, le istituzioni locali e regionali, i tecnici coinvolti in questi anni e altri ospiti. Sempre venerdì si sono inaugurate le esposizioni e gli eventi collaterali, in serata le proiezioni e le performance interattive, mentre la giornata di sabato è stata dedicata al workshop realizzato in collaborazione con il DADU dell'Università di Sassari. Inoltre, proprio in quei giorni si tenevano gli European Cooperation Days: vista la concomitanza di date, in collaborazione con l'Ufficio dell'Autorità di gestione del programma ENPI CBC Mediterranean Sea Basin, sono state avviate alcune interessanti attività tra cui l’allestimento della poster session dei progetti finanziati nell’ambito del programma ENPI.

Il Progetto riveste un'importanza strategica per i contatti e il sistema di scambi e cooperazione creatosi con i Paesi partners, sia a livello istituzionale e accademico, sia con la rete di stakeholders che a vario titolo hanno dimostrato il proprio interesse nei confronti delle azioni sviluppate.  Un sistema che ha coinvolto il settore turistico e culturale dei territori di riferimento e ha gettato le basi per la creazione di un network internazionale di esperti nel settore delle nuove tecnologie applicate alla valorizzazione del patrimonio. Il valore dei risultati ottenuti rende il festival conclusivo di I AM uno degli eventi di maggior rilievo della stagione turistica 2015 ad Alghero.

RIFERIMENTI SU WEB E SOCIAL MEDIA
Project website: www.iam-project.eu
Festival website: www.iam-alghero.eu
Technical website: www.iam-interactive.eu
Facebook Page: www.facebook.com/IAMUEMEDProject
Twitter account: twitter.com/IAMUeMedProject
Canale Youtube: www.youtube.com/channel/UCbsz3x7GTSeTxHymu_vwpmQ
LinkedIn group: https://www.linkedin.com/groups/Augmented-Reality-Video-Mapping-Heritage-7446751
ENPI CBC MED programme website: www.enpicbcmed.eu
Sito European Cooperation Day website: www.ecday.eu

Il progetto I AM: Realtà aumentata e tecnologie multimediali per il patrimonio e le località turistiche del Mediterraneo
I AM - International Augmented Med è un progetto di cooperazione internazionale della durata di tre anni (2012-2015) di cui il Comune di Alghero è ente capofila, che coinvolge 14 partner appartenenti a 7 paesi dell’area mediterranea (Italia, Spagna, Giordania, Libano, Palestina, Tunisia, Egitto) finanziato dal programma 2007-2013 ENPI CBC Mediterranean Sea Basin.
Obiettivo del progetto è lo sviluppo di un sistema intersettoriale capace di sviluppare servizi innovativi per la valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturale, in particolare attraverso l'utilizzo della Realtà Aumentata (AR) e tecniche interattive e multimediali, incoraggiando una continua e sostenibile cooperazione tra enti pubblici, università, musei, enti gestori di siti/aree archeologiche e imprese/professionisti nel campo delle nuove tecnologie.

RISULTATI ATTESI
• aumento dei flussi turistici
• miglioramento dei servizi al turista
• arricchimento dell’esperienza del visitatore
• miglioramento della qualità del patrimonio dei territori coinvolti
• incremento nell’utilizzo di tecnologie avanzate per creare eventi e applicazioni ad alta visibilità che i visitatori potranno condividere facilmente anche sui social media

LE AZIONI DEL PROGETTO
Il sistema è supportato da numerose azioni e attività di formazione e dimostrative sulle nuove tecnologie, capaci di contribuire al raggiungimento di una massa critica di enti e imprese e finalizzate alla sostenibilità della rete anche dopo la conclusione del progetto. Attraverso lo sviluppo di sette applicazioni tecnologiche pilota, i turisti avranno la possibilità di riscoprire vari siti culturali e monumenti sotto una nuova prospettiva – come le torri aragonesi ad Alghero, la vecchia città di Byblos in Libano, la chiesa di El-Khader a Taybeh (Palestina), il museo Dar-es Saraya in Giordania e il patrimonio naturale della regione del Cap Bon in Tunisia - grazie alle potenzialità offerte dalle ricostruzioni 3D e animazioni, musei virtuali, le installazioni di Realtà Aumentata e interattive, video-mapping.
• Formazione di livello internazionale su Realtà Aumentata e relative applicazioni tecnologiche per un gran numero di esperti multimediali e giovani specializzati nel settore.
• Istituzione di un festival internazionale annuale dedicato alla Realtà Aumentata e alle sue applicazioni sul patrimonio.
• Un progetto pilota in ciascuno dei 7 paesi partecipanti (dimostrazioni di applicazioni AR per i siti del patrimonio).
• Sessioni di informazione relative al potenziale delle applicazioni innovative, Realtà Aumentata in particolare, dedicate a stakeholders territoriali (enti locali/regionali/nazionali) con la finalità di potenziare i risultati, la loro diffusione sul territorio regionale e nazionale e far crescere il network di attori attivi sul tema.
• Creazione di un network internazionale di esperti tecnici e professionisti interessati a fornire i propri servizi al settore culturale/turistico. La rete riunisce professionisti IT, grafici, esperti multimediali e settori correlati, in grado di sviluppare soluzioni innovative e applicazioni interattive a sostegno del settore turistico-culturale e consente di beneficiare di una campagna di comunicazione attualmente in corso nei confronti del settore pubblico, musei, gestori di siti culturali, Università, etc.

LE TECNOLOGIE
Alcuni esempi delle tecnologie multimediali utilizzate nel progetto I AM:
• videomapping sul patrimonio culturale, monumenti e palazzi storici (proiezioni 2D e 3D in combinazione con effetti sonori e di luce);
• videoinstallazioni interattive che rispondono a voce e movimenti del visualizzatore;
• applicazioni mobile (che, ad esempio, consentono ad un visitatore di puntare la telecamera di un dispositivo portatile verso un luogo e visualizzare informazioni o elementi virtuali);
• modellazione 3D, ricostruzioni virtuali di siti e artefatti archeologici e stratificazione di informazioni AR, comprese animazioni grafiche da visualizzare con occhiali AR;
• spettacoli dal vivo realizzati con tecnologie interattive e virtuali;
• mappe “aumentate” con immagini (3D pop-up).

LA REALTÀ AUMENTATA
Con il termine Augmented Reality o Realtà Aumentata si fa riferimento alle tecniche multimediali innovative capaci di mettere in relazione la realtà con costruzioni e ricostruzioni digitali, modificando, migliorando e arricchendo il mondo percepito. Implica una sovrapposizione di elementi virtuali, digitali sulla realtà.
I suoi usi per la valorizzazione del patrimonio culturale e naturale sono molteplici e vanno dalle applicazioni educative e informative, sovrapponendo immagini virtuali e informazioni sulla realtà, alle simulazioni di elementi di realtà virtuale e alle applicazioni artistiche implementate attraverso performance, videoproiezioni e installazioni.

IL PROGETTO AD ALGHERO
Il Comune di Alghero, in qualità di capofila, coordina il progetto e all’interno delle attività di sua competenza sta sviluppando un progetto pilota su diversi siti di interesse culturale e paesaggistico del centro storico (Torre di Sulis, Ex Complesso di Santa Chiara, Lo Quarter) con lo sviluppo di uno o più videomapping e successive proiezioni sulla superficie degli edifici con contenuti narrativi legati alla storia e alla cultura del territorio, installazioni interattive, ricostruzioni multimediali e proiezioni.
Le attività finali del progetto, ospitate ad Alghero dal 18 al 27 settembre 2015, sono le seguenti:
• l'organizzazione del Festival internazionale dedicato alle nuove tecnologie per la valorizzazione del patrimonio in Sardegna, in particolare il videomapping e l'arte interattiva (25-27 settembre);
• un workshop internazionale ad accesso gratuito per studenti ed esperti del settore (totalmente finanziato dal progetto) che vedrà la partecipazione di docenti di livello internazionale provenienti da Università italiane, libanesi, palestinesi e giordane aderenti al progetto (18-25 settembre);
• pubblicazione di un bando internazionale dedicato ad artisti/esperti/designers/professionisti con la finalità di raccogliere contributi di qualità nel settore delle nuove tecnologie da inserire all’interno del festival. I progetti dovranno contribuire a promuovere il patrimonio naturale e/o culturale, utilizzando tecnologie multimediali innovative (videomapping, app mobile, video).

INFORMAZIONI PRINCIPALI
Priorità del programma: Turismo Sostenibile Durata del progetto: 36 mesi Data inizio/fine: 20 ottobre 2012- 19 ottobre 2015
Budget totale: € 3.060.650 ENPI CBC MED finanziamento (90%): € 2.754.583 Paesi coinvolti: 7 (Italy, Spain, Egypt, Jordan, Lebanon, Palestine, Tunisia)
Parternariato:
Comune di Alghero, Italy – Ente Capofila
Università di Genova, Italy
Generalitat de Catalunya, Ministerio de Cultura, Spain
i2Cat Foundation, Spain
KonicLab, Spain
Library of Alexandria, Egypt
Municipality of Jbeil, Lebanon
American University of Beirut, Lebanon
Department of Antiquities, Jordan
Jordan University of Science and Technologies, Jordan
Municipality of Al Taybeh, Palestine
RIWAQ Centre for Architectural Conservation, Palestine
Regional Commisariat for Tourism of Nabeul-Hammamet, Tunisia
Association for Geographic Research and Studies (AREG), University of Manouba, Tunisia

I AM è un progetto di cooperazione nel Mediterraneo finanziato dal programma 2007-2013 ENPI CBC Med dell'Unione Europea. Si svolge dal 2012 al 2015, è guidato dal Comune di Alghero e coinvolge 13 partner di 7 paesi del Mediterraneo (Italia, Spagna, Giordania, Libano, Palestina, Tunisia, Egitto). Il budget totale è di € 3.060.650 di cui il contributo del programma ENPI CBC MED costituisce il 90% (€ 2.754.5839).
Il progetto mira a riunire esperti nei campi delle IT/multimedia e del turismo. Questo sistema di cooperazione intersettoriale ha l’obiettivo di sviluppare servizi innovativi per la valorizzazione del patrimonio naturale e culturale. Si concentra sull'utilizzo della Realtà Aumentata (AR), tecniche interattive e multimediali. Le attività includono momenti di formazione e lo sviluppo di progetti pilota su un sito culturale specifico in ciascuno dei 7 paesi partecipanti.

Condividi su:

Vai su