Informazioni sul CIMP (Canone per l’installazione impianti pubblicitari) e DPA (Diritto sulle pubbliche affissioni)

Il canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari.

Cos'è

Il Canone sulla pubblicità è il canone che si deve corrispondere al Comune per la diffusione di qualsiasi messaggio commerciale finalizzato attraverso la comunicazione visiva a promuovere una attività economica come il caso ad es. della cartellonistica commerciale (quando il messaggio diffuso nell’esercizio di una attività economica è contenuto in un manifesto destinato all’affissione negli appositi impianti pagherà invece il diritto sulle pubbliche affissioni).

Il Diritto sulle pubbliche affissioni è il diritto che si deve corrispondere al Comune per l’affissione in luoghi pubblici e in appositi impianti destinati a questo scopo di manifesti contenenti comunicazioni aventi finalità istituzionali, sociali o di messaggi diffusi nell’esercizio di attività economiche. Il Comune di Alghero gestisce in esclusiva il Servizio delle Pubbliche Affissioni effettuato nell'ambito del proprio territorio.

Per l’installazione di impianti pubblicitari è necessario ottenere preventivamente l’autorizzazione amministrativa.

A chi si rivolge

Il Canone si paga in base alla tipologia del mezzo pubblicitario ed alle sue caratteristiche, in base al tempo di durata dell’esposizione e alla superficie del mezzo e alla presenza o meno di riduzioni/esenzioni.

Il Canone, nelle ipotesi più ricorrenti, si determina applicando le tariffe deliberate alla superficie imponibile. La superficie di riferimento è la minima figura piana geometrica in cui è circoscritto il mezzo pubblicitario indipendentemente dal numero dei messaggi in esso contenuti. Le superfici inferiori ad un metro quadrato si arrotondano per eccesso al metro quadrato e le frazioni di metro quadrato, oltre il primo, al mezzo metro quadrato. Il Canone non si applica qualora la superficie di riferimento risulti inferiore ai 300 centimetri quadrati. 

Il diritto sulle pubbliche affissioni si paga in base alle tariffe deliberate dal Comune e alla tipologia delle affissioni, alle dimensioni e alla durata

Il soggetto obbligato al pagamento del canone è colui che dispone a qualsiasi titolo del mezzo attraverso il quale il messaggio pubblicitario viene diffuso. E' solidamente obbligato al pagamento del canone colui che produce o vende la merce o fornisce i servizi oggetto della pubblicità.

Il pagamento del diritto sulle pubbliche affissioni è dovuto in solido da chi richiede il servizio e da colui nell'interesse del quale il servizio stesso è richiesto, e deve essere effettuato, contestualmente alla richiesta del servizio. L'importo dovuto è arrotondato per difetto o per eccesso ai cinquanta centesimi o all'unità di euro più vicina.

Accedere al servizio

Di regola i pagamenti devono avvenire prima che venga installato il mezzo pubblicitario o prima che vengano portati i manifesti da affiggere. La SECAL garantisce il servizio di materiale affissione dei manifesti.

Il pagamento deve essere fatto: con bollettino sul conto corrente dedicato o mediante bonifico sul medesimo conto corrente. Dal 2021 il pagamento dovrà avvenire con il sistema PagoPa.

Uffici

Area di riferimento

Casi particolari

In caso di omesso o insufficiente versamento si applica la sanzione amministrativa del 30 per cento dell’importo non tempestivamente versata.
In caso di omessa presentazione della dichiarazione si applica la sanzione amministrativa dal 100 al 200 per cento del tributo non versato, con un minimo di euro 50,00.
In caso di infedele dichiarazione, si applica la sanzione dal 50 per cento al 100 per cento del tributo non versato, con un minimo di euro 50,00.

Nel caso in cui sia stato effettuato un versamento in misura superiore a quella dovuta, il contribuente può richiedere il rimborso all’Ufficio Imu entro 5 anni dal pagamento.
Le domande presentate successivamente sono considerate intempestive.

Siti esterni

Ulteriori informazioni

Tutte le informazioni sul tributo e sulla propria posizione debitoria sono fornite dalla SECAL SPA, a cui è affidata la gestione e la riscossione ordinaria.

Pertanto per maggiori informazioni sarà possibile consultare il sito della SECAL o recarsi presso gli uffici della società previa verifica degli orari.

Per informazioni su avvisi di accertamento o un ingiunzioni fiscali, l’ufficio di riferimento è quello della STEP Srl.

Ultimo aggiornamento

15/02/2021, 18:19